Categoria: Lo yogurt greco in cucina

La regola del piatto: farfalle integrali con salmone, zucchine e crema di yogurt greco e cavolfiore

La regola del piatto: farfalle integrali con salmone, zucchine e crema di yogurt greco e cavolfiore

Buonasera, anzi buonanotte – oggi sono in ritardissimo su tutto, voi mamme capirete ☺- oggi torno ad arricchire la mia amata categoria dei pasti completi, quelli che seguono la regola del piatto (vi ricordo che la trovate spiegata qui).
Qui i carboidrati complessi sono forniti dalla pasta, quelli semplici da zucchine e cavolfiore, le proteine dallo yogurt e dal salmone, il quale fornisce anche grassi buoni insieme al mezzo cucchiaio di olio evo.
Vediamo insieme come preparare questo primo ghiotto♡.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

– 70 gr di farfalle integrali
– 50 gr di salmone affumicato
– 1 zucchina media
– 1/2 cavolfiore medio
– 70 gr di yogurt greco zero grassi
– Sale&pepe qb
– 1/2 cucchiaio di olio EVO

PROCEDIMENTO:
Iniziamo pulendo il cavolfiore e spuntando le cimette. Mettiamole ora a bollire in acqua salata per 10 minuti circa. Scoliamole, teniamone da parte qualcuna per decorare il piatto e frulliamole con lo yogurt, formando una deliziosa crema (che un po’ ricorda la panna che solitamente è usata insieme al salmone per condire la pasta).

Passiamo poi a far cuocere le zucchine tagliate fini fini nel senso della larghezza, in un pentolino con poco olio e se volete uno spicchio di aglio (che poi però toglierete, non si sposa bene con il salmone!).
Fate cuocere anche la pasta e poi saltatela in padella con le zucchine, il salmone spezzettato grossolanamente e la crema di cavolfiore e yogurt.

Aggiungete le cime di cavolfiore tenute da parte, spolverate con pepe e voilà😍.
In un piatto gustoso avrete tutto ciò di cui il vostro corpo ha bisogno!
Alla prossima ricetta, un bacio da me e Diego.

La regola del piatto: farfalle integrali con salmone, zucchine e crema di yogurt greco e cavolfiore

Il Kebabbaro a casa tua ☺: piada di kamut con trita di manzo e salsa di yogurt

Piada di kamut con trita di manzo e salsa allo yogurt

E che debbo aggiungere quando le foto del cibo parlano da sole?
Ah si, devo dirvi come fare per portare a casa questa meraviglia ❤

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

Per una piadina da 60 gr:
– 50 gr di farina di Kamut
– Acqua calda qb
– 1 pizzico di sale

Per il ripieno della piadina:
– 150 gr di trita magrissima di manzo
– 4 foglie di lattuga
– 3 pomodorini
– mezza cipolla di Tropea
– Sale e spezie a scelta (io origano, erba cipollina, timo, maggiorana e pepe)

Per la salsa:
– 70 di yogurt zero grassi
– Il succo di mezzo limone
– 1/2 cucchiaio di olio EVO
– Un pizzico di sale ed erba cipollina

Per i contorni:
50 gr di patata dolce
– 200 gr di zucca
– 1 peperone giallo grande
– 1 spicchio di aglio
– Olio evo e sale

PROCEDIMENTI:
Iniziamo preparando l’impasto della piadina così potrà intanto riposare; in una terrina unite la farina ed il sale, aggiungendo pochissima acqua alla volta, nella misura che vi possa permettere di impastare agevolmente. Fatela poi riposare mezz’ora in frigo avvolta da pellicola trasparente.
Ora cuociamo la carne: in una padella fate imbiondire mezzo spicchio di aglio con 1/2 cucchiaio di olio, e cuocete la trita 10/15 minuti, aggiungete mezza cipolla verso la fine della cottura, ed eventualmente sfumate con poco vino bianco.
Trascora la mezz’ora di riposo della piadina, stendetela con poca farina aiutandovi con un mattarello e cuocetela su una padella antiaderente ben calda, 2 minuti per lato fino al formarsi delle bolle ☺ (se l’avrete stesa più spessa aumentate i minuti di cottura a 3 per lato).

Quando sarà cotta farcitela con le foglie di lattuga, i pomodorini e la carne.
Unite poi la salsa così preperata: con una frusta a mano sbattete lo yogurt con il succo di limone, l’olio e l’erba cipollina.

Servite con i seguenti contorni:
– Peperonata cruda al sapore di aglio:
tagliate il peperone a cubetti e conditelo con l’altro mezzo spicchio d’aglio sbriciolato e olio&sale&pepe.
– Vellutata di zucca e patata:
tagliate a cubetti la zucca e la patata e fate cuocere in acqua bollente salata per circa 20 minuti, trascorsi i quali frullerete il tutto con un frullatore ad immersione, aggiustando di pepe a crudo.

Dal kebabbaro ci andiamo poi nel 20mai, ok?😁

Bacioni a domani!
Ilaria e Diego.

Menù di PESCE per San Valentino: antipasto, primo, secondo e contorno.

Rieccomi ☺

Ho deciso di creare due articoli unici per questo menù di San Valentino, raggruppando in uno, tutte le portate a base di pesce e, nell’altro , tutte quelle a base di carne, così da accontententare un po’ tutti😍

Buon appetito e buona festa, innamorati😘

MENÙ DI PESCE

1)Antipasto: gamberi freschi marinati al limone con rucola e pepe nero.

INGREDIENTI (per due persone):
– 250 gr di gamberi freschi o mazzancolle
– 100 gr di rucola
– Aceto di mele e succo di limone qb
– Sale/pepe nero qb
– Filo di olio EVO
PROCEDIMENTO
Mettere a bollire in un pentolino dell’acqua salata e lessatevi i gamberi ( già puliti o meno, secondp vostra discrezione), per una decina di minut, o comunque fino a che diventino trasparenti.
Con una schiumarola scolateli dall’acqua in eccesso e fateli raffreddare.
Intanto preparate la marinatura fatta di 3 cucchiai di aceto di mele e una emulsione di olio e limone, con un pizzico di sale.
Una volta pronta, lasciatevi riposare almeno 30 minuti i gamberi cotti e puliti.
Serviteli poi su un piatto di rucola, spolverandoli con pepe nero macinato oppure in grani☺.
Successo assicurato😍.

2)
Primo piatto: il risotto degli innamorati.

Risotto degli innamorati

Due anni fa l’avevo proposto in versione #NoLight, quest’anno l’ho riadattato al mio nuovo concetto di alimentazione, usando lo yogurt zero grassi al posto della panna😉

INGREDIENTI (per due persone):
– 140 gr di riso integrale
– 1/2 cipolla bianca ed una testa di aglio
– 1 bicchiere di vino bianco
– Acqua qb
– Sale, spezie (io erba cipollia, prezzemolo e peperoncino) qb
– Gamberetti (freschi o precotti)
– 3 mestoli di passata di pomodoro
– 100 gr di yogurt greco
– Olio evo qb

PROCEDIMENTO

Iniziamo facendo imbrunire la cipolla con poco olio e l’erba cipollina sminuzzata.
Quando la cipolla si sarà dotata, unitevi il riso e fatelo tostare a fiamma alta per qualche minuto.
Abbassate la fiamma e sfumate col vino, aggiungendo a questo punto il sale.
Chiudete con coperchio e fate cuocere a fuoco lento per 20/25 minuti, regolando di acqua (o se avete tempo brodo di pesce, ma a quel punto non salate il riso!) se dovesse servire.
Non dimenticate di mescolare spesso.
Mentre il riso si cuoce, occupiamoci del sughetto.
Pulite i gamberi freschi o scongelate i precotti e fateli andare in padella a fuoco vivo con mezzo cucchiaio di olio, prezzemolo e testa di aglio.
Passati 4/5 minuti aggiungete la passata di pomodoro e lo yogurt zero grassi e fate cuocere fino a completo addensamento, regolando di tanto peperoncino quanto gradite (io tanto ☺).
Una volta che entrambe le preparazioni saranno pronte,unirle e servire il piatto.

LO CHEF DIEGÒ consiglia:
Impiattate usando un coppapasta a forma di cuore e decorando con un cuoricino di carta da forno, per stupire ancora di più il vostro partner.😍

3)Secondo: trancio di spada alla griglia con riduzione di peperonata e broccoli al cumino.

trancio di spada alla griglia

Niente di più gustoso!

INGREDIENTI (per due persone):
• Per il pesce:
– Due tranci di spada fresco (circa 170 gr l’uno)
– Prezzemolo, sale, olio evo e succo di limone qb

• Per il contorno
– 300 gr di broccoli freschi
– 300 gr di peperoni freschi misti
– 1/2 cipolla a scelta e una testa di aglio
– Sale, olio evo, cumino, origano qb

PROCEDIMENTI:
Iniziate preparando la marinatura per il pesce spada: unite il succo di un limone con sale, pepe e prezzemolo fresco e fatevi riposare ciascun trancio 15 minuti a lato.
Scaldate una griglia e cuocete i tranci 4 minuti per lato.
Preparate il contorno; per i broccoli, puliteli e mondateli per farli bollire 10 minuti in acqua salata. Una volta scolati ed asciugati bene, conditeli con olio, aceto e cumino.
Per la peperonata, invece, fate soffriggere aglio e cipolla in un cucchiaio di olio e cuocete i peperoni tagliati a cubetti con poca acqua e origano, aggiustando anche di sale, per circa 20 minuti a fuoco basso e tegame coperto.
Servite una riduzione della peperonata sul trancio di spada e accompagnate con i broccoli temperatura ambiente.

Buono buono😍

E per finire? I muffin preparati questo pomeriggio (ricetta qui).

A domani con il menù di carne😘.

Ilaria e Diego.

La regola del piatto: tortiglioni integrali con yogurt greco, bieta e pepe in grani

La regola del piatto: tortiglioni integrali con yogurt greco, bieta e pepe in grani

Continua la sfilata di piatti unici, sani e completi, sempre sulla base della regola del piatto, che vi ricordo trovate spiegata qui.

In questa ricetta è lo yogurt greco a fornire la fonte proteica e l’olio evo usato per condire la bieta a fornire i grassi buoni 🙂

Da provare!

INGREDIENTI (per le dosi legate al mio fabbisogno giornaliero in mantenimento):

70 gr di tortiglioni integrali misura

200 gr di bieta

70 gr di yogurt greco total zero

1 cucchiaio di EVO

Pepe in grani e parmigiano per guarnire

PROCEDIMENTO:

Iniziate con il cuocere a vapore la bieta, precedentemente pulita e tagliata per la lunghezza delle foglie, per circa 20/30 minuti.

Cuocete poi la pasta in acqua salata e non appena sarà pronta, servitela condendola con lo yogurt mescolato per renderlo cremoso, l’olio e la bieta.

Servite guarnendo con pepe in grani e un cucchiaino di Parmigiano Reggiano.

Buon appetito 🙂 !

 

Gnocchetti di patate con crema di peperoni e yogurt Fage 0%grassi

Gnocchetti di patate con crema di peperoni e yogurt Fage 0%grassi

Questa volta vi propongo un modo insolito di condire la pasta, in questo caso gli gnocchi: usando lo yogurt greco. Come? Vediamolo subito!

INGREDIENTI: (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento)

– 140/150 gr di gnocchetti di patate freschi

– 70/80 gr di yogurt fage total zero

– Due peperoni piccoli, uno rosso e uno giallo

– 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

– Pepe, peperoncino, grana, basilico, erba cipollina, olio evo

PROCEDIMENTO:

Pulite, lavate e tagliate a cubetti i peperoni e poneteli in una casseruola a sbollentare con poca acqua salata.

Trascorsi 20 minuti scolateli e trasferiteli nel boccale del mixer (o del frullatore ad immersione) insieme a yogurt, pepe, peperoncino, 1 cucchiaino di evo, 1 di concentrato di pomodoro e infine basilico ed erba cipollina.

Frullate e regolate la consistenza, aggiustando eventualmente di poco yogurt se la preferite più densa.

Cuocete gli gnocchi e serviteli sul letto di purea appena fatta, magari decorando con qualche oliva nera se il vostro regime ve lo consente.

Spolverata di pepe e grana e via, nello stomaco!

Buon appetito da tutti noi, perché questi gnocchetti sono ottimi anche per i più piccoli! Specialmente quelli come il mio che le verdure le mangiano solo se trasformate 🙂

 

 

Fit-tiramisù con fette integrali, yogurt greco con cannella, ribes, granola di pistacchi e scaglie di fondente crudo

Fit-tiramisù con fette integrali, yogurt greco con cannella, ribes, granola di pistacchi e scaglie di fondente crudo

 

È partito tutto da lui: il “finto tiramisù”, un modo alternativo di gustare le fette biscottate assieme allo yogurt la mattina. Proprio questa scoperta di poter abbinare in modo divertente gli alimenti previsti dal piano alimentare mi ha aperto la mente e innestato la curiosità di provare a farlo sempre meglio, sempre di più.

Ed eccoci qui, con il “fit-tiramisù”: l ‘aggettivo “finto” poteva far storcere il naso ai cultori del vero tiramisù, perciò oltre al design ho provveduto a cambiargli nome ispirandomi a tutte le fit ricette che popolano il mondo del web, al fianco delle gemelle meno light. 🙂

Rivisto quindi nella forma, ma non nel contenuto! Lasciatevi guidare dall’odore speziato della cannella, affondando il cucchiaino senza sensi di colpa in questo super dolcino light.

INGREDIENTI: (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantimento)

– 3 fette biscottate integrali

– 170 gr di yogurt greco fage total 0%

– Caffè amaro qb

Per la decorazione:

– 5 gr di fondente crudo all’85% (io uso il Lindt http://www.lindt.it/shop/tavoletta-excellence-85-cacao-it)

– 10 gr di pistacchi

– Cannella qb

– Ribes rosso qb

 

PROCEDIMENTO:

Cominciate preparando il caffè in cui inzuppare le fette biscottate; io non aggiungo zucchero, ma voi se lo desiderate potete aggiungere un cucchiaino di zucchero integrale (io uso questo http://www.alcenero.com/prodotti/cioccolato-cacao-e-zucchero/zucchero-di-canna/zucchero-integrale-di-canna-biologico-500-g/).

Nel frattempo sbattete lo yogurt per dargli una consistenza più cremosa e lavorabile.

Quando il caffè sarà pronto, inzuppatevi la prima fetta, poi adagiatela su un piatto da portata e spalmateci sopra un terzo dello yogurt. Procedete fino ad esaurire le fette e lo yogurt.

Terminate quindi con la decorazione in superficie; grattuggiate il fondente, spolverate di cannella, adagiate il ribes lavato e servite con la granola (trito grossolano) di pistacchi.

Et voilà, buon appetito. 🙂