Categoria: La regola del piatto

Gnocchi di carote

Gnocchi di carote

Si dice “giovedì gnocchi” e questi li ho fatti e mangiati di mercoledì, e scritti qui sul blog di venerdì😅, quando si dice il giusto tempismo ihihi; però c’è da dire che questi sono gnocchi diversi, senza patate😍.

Solo carote e farina…. sembrano appetitosi vero? E lo sono💜

INGREDIENTI (per una porzione di gnocchi per persona in mantenimento):
– 150 gr di carote
– 100 gr di farina a scelta (io tipo2)

Per il condimento:
– 56 gr di tonno sgocciolato al naturale
– 1/2 cucchiaio di olio EVO
– 1/2 carota bollita
– Sale, pepe ed erba cipollina qb

PROCEDIMENTO:
Fate bollire o cuocere a vapore le carote spelate, in acqua salata. Scolatele e passatele allo schiacciapatate. Create una purea e fatevi cadere dentro la farina a pioggia piano piano, iniziando ad impastare con le mani.
Continuate così fino a creare un impasto ben lavorabile al tavolo.
Create dei salsicciotti e divideteli in parti più o meno grandi e create la forma dello gnocco che preferite (io bello tondo). Cuocete in acqua bollente salata finchè non vengono a galla e scolate con la spumarola. Condite con il tonno, carote bollite tagliate a rondelle e l’olio a crudo. Ultimate con pepe ed erba cipollina e voilà.

Alla prossima😘
Ilaria e Diego

Tortino di grassi buoni: base di guacamole, strato di tartare di salmone e superficie di formaggio magro

Tortino di grassi buoni: base di guacamole, strato di tartare di salmone e superficie di formaggio magro

Avocado,salmone e formaggio magro: una bella incetta di grassi sani e indispensabili nella nostra alimentazione.
Se a questo aggiungiamo il gusto e la genuinità degli ingredienti, facciamo 13.
Ah, senza dimenticare la velocità di preparazione. Ok, abbiamo vinto, vediamo come partecipare 😁.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare di mantenimento):
– 100 gr di salmone fresco (abbattuto) o surgelato o affumicato (io quest’ultimo per praticità).
– Mezzo avocado maturo (circa 50 gr)
– 35 gr di ricotta o Quark o Philadelphia balance (io quest’ultima)
– Succco di mezzo lime
– 1 cucchiaio di olio EVO
– Sale e pepe in polvere qb
Per decorare:
– Qualche ciuffo di valeriana, pomodorini e pepe rosa in grani.

PROCEDIMENTO:
Prepariamo la guacamole: apriamo a metà il frutto, togliamo il nocciolo e spolpiamo. Muniamoci di un minipimer e frulliamo la polpa di avocado con il succo di lime, 1/2 cucchiaio di olio,sale e pepe, fino ad ottenere un composto omogeneo. Aiutandoci con un coppapasta, creiamo la base di guacamole. Spezzettiamo poi il salmone, precedentemente marinato in 1/2 cucchiaio di olio e poco sale, e creiamo il secondo strato. Finiamo con il formaggio in superficie.
Decoriamo con pomodorini, insalata e pepe rosa.

Lo CHEFFÒ DIEGÒ consiglia: gustate il piatto aggiungendo la fonte di carboidrati con dei wasa integrali☺.

Baci.
Ilaria e Diego.
Tortino di grassi buoni: base di guacamole, strato di tartare di salmone e superficie di formaggio magro

Risotto agli asparagi con code di gamberi argentini

Risotto agli asparagi con code di gamberi argentini

Piatto ricco, mi ci ficco.
Torno, dopo un giorno di assenza -ieri il mio cucciolo ha compiuto 2 anni😍-, con un piatto che non ha niente da invidiare a nessuno😍.

Vediamo come prepararlo?!

Vai!

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):
– 50 gr di code di gamberi argentini ( il peso si riferisce al netto degli scarti)
– 75 gr di riso integrale
– 300 gr di punte di asparagi
– Preparato fresco per soffritto: carota, sedano e cipolla
– 1 cucchiaio di olio EVO
– 1 cucchiaino di parmigiano
– Acqua qb

PROCEDIMENTO:
Iniziamo pulendo le code e cuocendole 10 minuti in padella, senza nulla, fino a che divengano trasparenti.
In un tegame appassire il battuto fresco e tostarvi il riso due minuti a fuoco alto.
Abbassare il fuoco, aggiungere acqua per sfumare e chiudere con coperchio, facendo cuocere secondo istruzioni del riso e della sua generalità (io parboleid, 15 minuti).
A 10 minuti dal termine della cottura, unire al riso le punte di asparagi, i gamberi e salate.
Ultimate la cottura e servite ben caldo con spolverata di pepe nero e parmigiano.

Buon appetito, a domani!😘

Fagotto di verza, trita e basmati (simil capunet piemontese)

Fagotto di verza, trita e basmati

Eccomi, come promesso, con l’articolo sulla cenetta di ieri, una cena che personalmente non mi faccio più mancare, in varie versioni, nell’arco della settimana.
Questi sono piatti che in dieta si amano perché con poche calorie sembra di scoppiare😍.
Vediamo insieme come procedere passo passo; è facile facile, garantisco.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):
– 200 gr di carne di manzo (o fettina da tritare o già tritata, ma mi raccomando MAGRA, sennò le calorie schizzano)
– 200 o più (la verza, così come la verdura in generale, ma sopratutto la verza non si pesa ragazzi, è tutta salute in sole 24 calorie per 100 gr) di verza, io cavolo verza verde questa volta
– 40 gr di riso basmati
– Acqua qb
– Sale, pepe, olio evo e rucola per decorare qb

PROCEDIMENTO:
Iniziamo a pulire la verza, tenendone da parte 3 foglie grosse che metteremo a sbollentare in acqua salata per 5/10 minuti.
Poi tagliamo la restante verza più finemente possibile e saltiamola in padella con poco olio. Trascorsi 2 minuti, aggiungetevi la carne, il riso e il sale; sfumate con acqua, chiudete con coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per 20 minuti, mescolando di frequente e aggiungendo sempre acqua bollente, nel caso servisse.

Terminata la cottura, procedete cosi: prendete una foglia sbollentata, versate il ripieno, ricoprite con un’altra foglia e via dicendo fino a creare un fagotto (io mi sono aiutata con un coppapasta tondo) e guarnite con della trita avanzata (anche cruda se bella fresca e di qualità), spolverata di pepe e letto di rucola.

Da piemontese DOC io amo tutto ciò 😍.
Grazie per l’attenzione, a domani con nuove, sane e appetitose ricette.

Ilaria e Diego (che domani compie già 2 anni😍😍😍😍).
Fagotto di verza, trita e basmati

Pancake salato agli spinaci, con ricotta e funghi

Pancake salato agli spinaci, con ricotta e funghi

Eccomi finalmente con la ricetta promessa di questo tortino/pancake salato😍
Una vera delizia per il palato, gli occhi e la mente, visto che lo mangiano tranquillamente anche i bambini come il mio che le verdure le vedono col binocolo 😅.

Vediamo come prepararlo.

INGREDIENTI per un tortino (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):
– 90gr di farina 100% integrale
– 80ml di albumi
– 150gr di spinaci crudi in foglia
– 150 gr di funghi Champignons
– 65 gr di ricotta vaccina
– 1 spicchio di aglio e 1 ciuffo di prezzemolo
– Acqua, olio evo, sale e pepe qb

PROCEDIMENTO:
Iniziamo col preparare i vegetali: puliamo le foglie di spinacio e tagliamo in 4 i funghi; ungiamo un padellino antiaderente, soffriggiamo lievemente uno spicchio di aglio insieme al prezzemolo finemente tritato, e cuociamo i funghi.
Tritiamo invece da crudi gli spinaci ed uniamoli in una ciotola con la farina, il sale, gli albumi, eventualmente aggiustando di acqua fino a che si crei un composto denso ed omogeneo.
Scaldate un padellino antiaderente e versatevi il comporto appena ottenuto; fate cuocere a fuoco lento e con coperchio 5 minuti per lato.
Una volta cotto, servitelo caldo, decorandolo con la ricotta ed i funghi e spolverando di pepe.

Successo assicurato☺.

BUON APPETITO,
Ilaria e Diego.

Fiammiferi di rapa rossa con crema di yogurt e semi di zucca decorticati

Fiammiferi di rapa rossa con crema di yogurt e semi di zucca
Alzi la mano chi, come me, ama immensamente questo ortaggio!👋

Certe volte mi sento la sola ad apprezzare questo frutto della terra, la barbabietola, anche detta rapa rossa, che porta con sé tantissime proprietà e nutrienti.
Pensate che tutti i tipi di barbabietola hanno poprietà antiossidanti, disintossicanti, depurative, antisettiche e mineralizzanti: la rapa rossa contiene ferro, sodio, potassio, calcio, magnesio, fosforo. Sono utili sia in caso di problemi di digestione, poiché stimolano la produzione di succhi gastrici e bile, sia in caso di anemie. Nelle foglie Sono inoltre presenti vitamine del gruppo B, folati, vitamina C nei tuberi, vitamina A.

Tutti motivi in più per mangiarla, anche se a me basta il fatto che sia DOLCISSIMA😍.

Vediamo un modo facile e veloce di mangiarla!

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):
– 200 gr di rape rosse precotte
– 70 gr di yogurt greco zero grassi
– 1 cucchiaino di olio EVO
– 1 cucchiaio di aceto di mele
– 1 manciata di semi di zucca decorticati
– Sale qb

PROCEDIMENTO:
Tagliamo a fiammiferi le rape rosse precedentemente sciacquate sotto acqua corrente e condiamole con la crema preparata come segue: sbattete lo yogurt con il sale, l’olio e l’aceto.
Finite decorando con una manciata di semi e magari accompagnatole questo contorno con un bel pieno di proteine, senza far mancare anche i carboidrati complessi, mi raccomando!

Io ho fatto così ☺
Fiammiferi di rapa rossa con crema di yogurt e semi di zucca
Alla prossima, e fatemi sapere che se piacciono anche a voi, cerchiamo di provervi molte altre ricette con la rapa😍😘.
Ilaria e Diego.

La regola del piatto: farfalle integrali con salmone, zucchine e crema di yogurt greco e cavolfiore

La regola del piatto: farfalle integrali con salmone, zucchine e crema di yogurt greco e cavolfiore

Buonasera, anzi buonanotte – oggi sono in ritardissimo su tutto, voi mamme capirete ☺- oggi torno ad arricchire la mia amata categoria dei pasti completi, quelli che seguono la regola del piatto (vi ricordo che la trovate spiegata qui).
Qui i carboidrati complessi sono forniti dalla pasta, quelli semplici da zucchine e cavolfiore, le proteine dallo yogurt e dal salmone, il quale fornisce anche grassi buoni insieme al mezzo cucchiaio di olio evo.
Vediamo insieme come preparare questo primo ghiotto♡.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

– 70 gr di farfalle integrali
– 50 gr di salmone affumicato
– 1 zucchina media
– 1/2 cavolfiore medio
– 70 gr di yogurt greco zero grassi
– Sale&pepe qb
– 1/2 cucchiaio di olio EVO

PROCEDIMENTO:
Iniziamo pulendo il cavolfiore e spuntando le cimette. Mettiamole ora a bollire in acqua salata per 10 minuti circa. Scoliamole, teniamone da parte qualcuna per decorare il piatto e frulliamole con lo yogurt, formando una deliziosa crema (che un po’ ricorda la panna che solitamente è usata insieme al salmone per condire la pasta).

Passiamo poi a far cuocere le zucchine tagliate fini fini nel senso della larghezza, in un pentolino con poco olio e se volete uno spicchio di aglio (che poi però toglierete, non si sposa bene con il salmone!).
Fate cuocere anche la pasta e poi saltatela in padella con le zucchine, il salmone spezzettato grossolanamente e la crema di cavolfiore e yogurt.

Aggiungete le cime di cavolfiore tenute da parte, spolverate con pepe e voilà😍.
In un piatto gustoso avrete tutto ciò di cui il vostro corpo ha bisogno!
Alla prossima ricetta, un bacio da me e Diego.

La regola del piatto: farfalle integrali con salmone, zucchine e crema di yogurt greco e cavolfiore

Il Kebabbaro a casa tua ☺: piada di kamut con trita di manzo e salsa di yogurt

Piada di kamut con trita di manzo e salsa allo yogurt

E che debbo aggiungere quando le foto del cibo parlano da sole?
Ah si, devo dirvi come fare per portare a casa questa meraviglia ❤

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

Per una piadina da 60 gr:
– 50 gr di farina di Kamut
– Acqua calda qb
– 1 pizzico di sale

Per il ripieno della piadina:
– 150 gr di trita magrissima di manzo
– 4 foglie di lattuga
– 3 pomodorini
– mezza cipolla di Tropea
– Sale e spezie a scelta (io origano, erba cipollina, timo, maggiorana e pepe)

Per la salsa:
– 70 di yogurt zero grassi
– Il succo di mezzo limone
– 1/2 cucchiaio di olio EVO
– Un pizzico di sale ed erba cipollina

Per i contorni:
50 gr di patata dolce
– 200 gr di zucca
– 1 peperone giallo grande
– 1 spicchio di aglio
– Olio evo e sale

PROCEDIMENTI:
Iniziamo preparando l’impasto della piadina così potrà intanto riposare; in una terrina unite la farina ed il sale, aggiungendo pochissima acqua alla volta, nella misura che vi possa permettere di impastare agevolmente. Fatela poi riposare mezz’ora in frigo avvolta da pellicola trasparente.
Ora cuociamo la carne: in una padella fate imbiondire mezzo spicchio di aglio con 1/2 cucchiaio di olio, e cuocete la trita 10/15 minuti, aggiungete mezza cipolla verso la fine della cottura, ed eventualmente sfumate con poco vino bianco.
Trascora la mezz’ora di riposo della piadina, stendetela con poca farina aiutandovi con un mattarello e cuocetela su una padella antiaderente ben calda, 2 minuti per lato fino al formarsi delle bolle ☺ (se l’avrete stesa più spessa aumentate i minuti di cottura a 3 per lato).

Quando sarà cotta farcitela con le foglie di lattuga, i pomodorini e la carne.
Unite poi la salsa così preperata: con una frusta a mano sbattete lo yogurt con il succo di limone, l’olio e l’erba cipollina.

Servite con i seguenti contorni:
– Peperonata cruda al sapore di aglio:
tagliate il peperone a cubetti e conditelo con l’altro mezzo spicchio d’aglio sbriciolato e olio&sale&pepe.
– Vellutata di zucca e patata:
tagliate a cubetti la zucca e la patata e fate cuocere in acqua bollente salata per circa 20 minuti, trascorsi i quali frullerete il tutto con un frullatore ad immersione, aggiustando di pepe a crudo.

Dal kebabbaro ci andiamo poi nel 20mai, ok?😁

Bacioni a domani!
Ilaria e Diego.

Pasticcio di carne, riso basmati, verza e pomodoro

Pasticcio di carne, verza e pomodoro

Sono ancora in tempo per il pranzo?
Si si, dai💪
Sopratutto perche questo piatto unico si prepara davvero in pochissimo tempo😍

Ve lo propongo infatti proprio per tutte quelle giornate in cui la frenesia della vita spesso ci fa perdere di vista tutto quanto.
Questo “pasticcio” vi permetterà di mangiare sano anche in quei giorni in cui la cena potrebbe essere l’ultimo dei vostri pensieri.

Uh e non dimentichiamoci che rispetta la regola del piatto, avendo le proteine della carne, i carboidrati del riso ed i grassi dell’olio. Super😍

Spero possa essere di vostro gradimento e, come sempre, sono qui ad ascoltare vostri consigli e suggerimenti❤

Buon weekend dolcezze 😘

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

– 150 gr di carne di vitello oppure di pollo (va bene già la trita pronta, purché sia bella fresca e magra ☺)
– 50 gr di riso basmati
– 200 gr di cavolo verza verde e/o viola
– Passata di pomodoro qb e qualche pomodorino da sugo
– Cipolla rossa qb
– Sale,origano,peperoncino qb
– 1 cucchiaio di olio evo

In più (facoltativi)
– 1/2 bicchiere di vino bianco per sfumare
– 1 coppapasta tondo di grande dimensione per impiattare

PROCEDIMENTO
20 minuti netti, giusto il tempo si cuocia il riso ☺.
Iniziate scaldando mezzo cucchiaio di olio evo (vi ricordo EVO è l’acronimo per extra vergine di oliva) con la cipolla in un tegame preferibilmente antiaderente.
Non appena la cipolla sarà imbiondita, togliete dal fuoco; pulite e tagliate fine fine la verza e unitela alla cipolla.
Fate saltare qualche secondo a fuoco vivo, dopodiché sfumate con il vino (o l’acqua) e aggiungete anche il riso e la carne. Fate evaporare tutto il liquido, aggiungete la passata, il sale e le spezie, e poi abbassate il fuoco, chiudete con coperchio e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto, 10/12 minuti fino a che il riso sarà pronto!

E voilà 😍
Se vi piace potete impiattare come ho fatto io, usando un coppapasta adagiato su un piatto e condire con il restante 1/2 cucchiaio di EVO.

Davvero davvero una buona soluzione 😍
Io ormai mi faccio solo più questa quando il martedi torno da Pole dance alle 21 😘
Fatemi sapere, mi raccomando!
Alla prossima!

Pasticcio di carne, riso, verza e pomodoro

La regola del piatto: trofie con code di gambero speziate, zucchine e pomodorini

La regola del piatto: trofie con code di gambero speziate, zucchine e pomodorini

I crostacei, i miei adorati!

Poi nella pasta, per me sono la morte proprio 🙂

E sono un piatto sano e completo, che volere di più?

(Vi ricordo la regola del piatto la trovate qui spiegata).

 

INGREDIENTI (per le dosi legate al mio fabbisogno giornaliero in mantenimento):

70 gr di trofie secche

100 gr di code di gambero speziate (ho usato: cumino, zenzero in polvere e curry)

1 zucchina media

2 pomodori da sugo

1 cucchiaio e mezzo di evo

Prezzemolo, aglio e pepe qb

 

PROCEDIMENTO:

Iniziamo con il preparare le code 🙂

In una padella per cuocere senza grassi ho scaldato una testa di aglio insieme a del prezzemolo spezzettato grossolanamente. Dopo pochi minuti ho aggiunto le code e sfumato con poca acqua. Ho poi speziato con il curry, il cumino e lo zenzero in polvere e salato leggermente.

In una padella a parte ho scaldato un cucchiaio di evo e fatto appassire un po’ di aglio; vi ho cotto le zucchine tagliate a cubetti e i pomodorini tagliati a metà, per circa 20 minuti, sfumando con acqua di cottura della pasta e aggiustando di sale.

Una volta scolata la pasta l’ho fatta saltare con le code e il sugo di verdure e ho guarnito con il prezzemolo fresco ed il pepe!

Una vera delizia!

Come vedete da foto ho accompagnato il piatto con contorno di broccoli gratinati al forno (la ricetta qui).