Categoria: FAKE SALSE

Pomodori ripieni 🍅

VIDEORICETTA qui

INGREDIENTI per 2 persone:

  1. 4 pomodori
  2. 40 gr di cotto a dadini
  3. Qualche foglia di basilico
  4. 1 sottiletta
  5. 20 gr di pecorino
  6. 90 gr di albumi
  7. 15 ml di latte ps
  8. Sale e pepe

Procedimento:

Lavate i pomodori, togliete loro la capocchia e spolpateli. Salateli e riempiteli di cotto. Mescolate poi il pecorino con gli albumi, latte e basilico a pezzi. Versate il composto nei pomodori.  Finite con mezza sottiletta sopra ognuno e pepe nero.

Infornate a forno già cal

Cheescake di crema nocciolosa al cacao crudo

Ingredienti:

Per la crema:

  1. 100 ml di albumi
  2. 80 ml di latte di nocciola vegetale
  3. 5 gr di polvere di cacao amaro crudo (io la prendo qui col mio promo code in fase di registrazione MAMMA20)
  4. 15 gr di misto di frutta secca in granella (noci nocciole e mandorle)

Per la base:

  1. 2 fette biscottate
  2. 2/3 cucchiaini di latte ps o latte di nocciola

Per il topping:

  1. 50 gr di mirtilli
  2. 50 gr di fage Total zero
  3. Sciroppo zero di cioccolato qb

Procedimento:

In un pentolino unire cacao, albumi, latte di nocciola e frutta secca e mescolare di continuo fino a bollore, poi frullare il tutto.

Create la base con le fette sbriciolate unite al latte.

Con un coppapasta impattare il tutto e riporre in frigo 2 orette.

Decorate Come in foto.

 


Sfida 3- i CICCIOPANCAKES

Niente da fare.

Il cioccolato non ammette rivali!

Domani mi tocca allora studiarmene un altro per voi 😍

Intanto vi lascio la ricettina del vincitore (che gia avevo scritto) e del rivale.

Sacher light 

Ricetta Qui

Cicciopancake salato cavolini di Bruxelles, cotto e zafferano

Ingredienti (per 1 persona):

  • 60 gr di Farina tipo 2
  • 40 gr di cotto a cubetti
  • Mezza bustina di zafferano
  • 100 gr di cavolini di Bruxelles
  • 120 ml di albumi
  • 4 gr di lievito istantaneo
  • Sale qb

Procedimento:

Cuociamo a vapore i cavolini. Uniamo la farina, il lievito, il sale, il cotto, lo zafferano e i cavolini tagliati a metà. Mescoliamo e aggiungiamo gli albumi.

Cuociamo in un padellino a fuoco basso con coperchio per 15 min e altri 5 dall’ altro lato.

 

Sfida 2- l’asparago


È buono, è ipocalorico,  fa bene ai reni e sta bene con quasi tutto. Unica pecca? Una elevata stagionalita: lo troviamo infatti solo da marzo a giugno. Ma è abbastanza tempo per sperimentarlo con tutto 🙋

A voi è stato chiesto con cosa lo preferite, se con un primo o un secondo e la vittoria è stata sudata. Vince, per soli 30 punti di differenza, IL SECONDO.

Ma io, ovviamente, vi lascio ricettine di entrambe 😘

 

Gamberi rosa al miele con punte di asparagi e pomodorini

Ingredienti (Per 1 persona):

  • 300 gr di gamberi piccoli, surgelati e sgusciati
  • 4 pomodorini
  • 200 gr di punte di asparagi
  • 1 cucchiaino di miele
  • Sale qb
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • Succo di limone qb
  • Spezie : cumino, zenzero, peperoncino

Procedimento:

Scaldiamo l olio e saltiamo i gamberi ancora surgelati. Facciamoli cuocere finché tutta l acqua non sarà evaporata. A questo punto saliamo, mettiamo le spezie, il miele e il succo di limone.

Aggiungiamo gli asparagi e i pomodorini e facciamo cuocere 5 minuti a fuoco vivo con coperchio.

Spaghetti con cotto, asparagi e albume

Ingredienti  (per 1 persona) :

  • 70 gr di spaghetti
  • 50 gr di cotto
  • 100 gr di asparagi
  • 1 albume
  • Sale,olio e spezie qb

Procedimento:

Fate cuocere gli spaghetti e intanto tagliate a pezzetti alcuni asparagi, lasciandone 3 interi per decorare.

Saltateli con l olio, Sale, spezie e il cotto.

Unite gli spaghetti ben scolati al dente e aggiungete l albume, mescolando finché non si rapprende. Servite con spolverata finale di pepe e gli asparagi avanzati.

Muesli HOMEMADE

Una idea per decorare i vostri dolci o semplicemente fare l inzuppo nel latte tiepido.

Tutto sano e tutto buono.

INGREDIENTI (per 1 dose):

  1. 20 gr di cereali soffiati (orzo, riso,farro…)
  2. 2 biscotti orosaiwa integrali (o 2 fette) sbriciolati
  3. 10 gr di uvetta,cranberries e mirtilli disidratati
  4. 20 gr di frutta secca a scelta
  5. 1 cucchiaino di semi di chia

Procedimento:

Unite tutto insieme e mescolate.

Fatto 🙂

 

Vincitore #PANCAKECONTEST del gruppo Facebook: i pancakes di Valentina

#pancakecontest
Non potrei vivere senza i miei pancakes a colazione!!!

Cosi esordisce Valentina sul nostro gruppo (qui), descrivendo subito dopo come prepara queste meraviglie.

Eheheh gattino goloso (come biasimarlo?!).

Vediamo la ricetta, postata da vale.

Base uguale per tutti:

  1. 50 g di farina (io faccio 25 integrale e 25 farina 00)
  2. 80 g di latte di riso (benissimo qualsiasi tipo di latte vegetale e non)
  3. 2 g di lievito (in alternativa la punta di un cucchiaino di bicarbonato e 3 gocce di limone per attivare il tutto)

Se siete golose e volete dolcificare la base usate un cucchiaino di zucchero di canna o di sciroppo d’agave.

Mescolare tutto insieme e cuocere su padellino antiaderente già caldo.
Se fate dei piccoli pancakes ne wscono circa 6-7 (TUTTI VOSTRI È UNA SOLA PORZIONE)oppure cuocere un solo Ciccio pancake.

Se siete intolleranti alla farina 00 potete usare quella di riso facendo attenzione alle dosi del latte che sicuramente saranno inferiori.

E per farcire?!
SCATENATE LA FANTASIA!!!!
marmellata, fage, formaggio spalmabile,frutta fresca o secca,sciroppo d’agave. . Insomma…QUALSIASI COSA SIA IN LINEA CON I VOSTRI GUSTI E IL VOSTRO PIANO ALIMENTARE 💜

Ps (Dimenticavo. .volendo “aromatizzare” al caffè, potete arrivare agli 80g di liquidi aggiungendo una tazzina di caffè 😉
Una bomba con del fage0% dolcificato con agave, una spolverata di cacao amaro e qlc scaglietta di fondente 80%
Sembrerà di mangiare un tiramisù! !)

PASTA FROLLA DI AVOCADO 💚(ricetta vincitrice contest #avocado del gruppo fb)

Andrea Moon ci consiglia una pasta frolla totalmente innovativa e sana; quella fatta con l avocado… vediamo come proprio con la sua ricetta!

PASTA FROLLA DI AVOCADO 💚

Premessa: in teoria l’avocado va messo nelle stesse dosi del burro, ma dato che è piú “pastoso” e che frullandolo nel mixer ne rimane inevitabilmente un po’ appiccicato, ho notato che mettendone circa 20/30 gr in piú viene meglio.

Ricetta:

INGREDIENTI:

300 gr farina
120/130 gr avocado
80 gr fruttosio
1 uovo
8 gr bicarbonato
Scorza e succo di limone q. b.

PROCEDIMENTO:

Prima di tutto, sbucciare l’avocado e frullarlo nel mixer assieme al succo di limone (ed eventualmente un goccino di olio evo) fino a che non raggiunge la consistenza di una crema corposa.
Versare la farina, il fruttosio e la scorza grattuggiata di limone in una terrina capiente e mescolare. Aggiungere l’uovo, l’avocado frullato e il bicarbonato e lavorare con le mani fino a raggiungere un impasto morbido ma compatto, come la pasta frolla classica. Warning: sarà un pelo appiccicoso, nel dubbio impastate ancora un pochino ma è normale che rimanga cosí: dopo averlo lasciato riposare mezz’ora (o piú, l’ultima volta l’ho lasciato tutta la notte😁) in frigo avvolto nella pellicola sarà pronto per essere steso e lavorato come desiderate.

Raccomando di usare pochissima farina sul piano di lavoro per stendere la pasta, si asciuga moooolto facilmente😅

Spero di esser stata esauriente, se avete domande sparate pure!

NB: ho utilizzato il fruttosio perchè ne avevo di avanzato da una torta per mia mamma (che deve seguire una dieta molto rigida da quando le han tolto la tiroide), ma si puó benissimo utilizzare quello normale! Stessa quantità.
(Ieri ho comprato quello di canna grezzo e non vedo l’ora di provarlo, appena mi cimento vi faccio sapere🤗😍)

Grazie Andrea, la proveremo senz’altro  😍

Strutturazione pasti 💪

L articolo che tutt* aspettavate😍, nonché quello che mi crea più ansia da prestazione in quanto non è semplice rendere a parole ció che seguirà, ovvero il frutto di conoscenze apprese in mesi e mesi di percorso incentrato sulla alimentazione.

Non solo, sono appunto nozioni apprese, e vorrei che questo fosse ben ben chiaro: NON HO UN TITOLO DI STUDIO SULLA ALIMENTAZIONE, quindi per favore prendete i miei come semplici consigli dati da quell’amica che sa qualcosina in più sull’argomento.

Ok? Grazie ❤.

Premesso questo, avrete visto che nei giorni scorsi vi ho pubblicato dei comodi schemini esemplificativi che ora andrò a spiegarvi nel dettaglio, portando anche dei miei pasti per rendere la cosa a livello visivo.

Spero vi possa davvero essere di aiuto. Qualsiasi cosa, sapete dove contattarmi😘.

CREA IL TUO SPUNTINO 

Per spuntino intendo tutti quei pasti che non sono principali e ovvero: colazione, spuntino di metà mattina, merenda, spuntino di metà serata.


Crea la tua colazioneCome potete vedere,  questo schema é strutturato per la colazione; ma come vi dicevo vale anche per tutti i vostri infraSpuntini. Cosa cambia? Le quantità.

Qui di seguito una colazione, subito sotto, uno spuntino.

Colazione post-workout

Spuntino di metà mattina (ricetta qui)

Quindi cosa bisogna fare?

Mettersi lì, ogni mattina o la sera prima a pensare mentalmente a ciò che mangerete il giorno seguente. Niente di trascendentale, sono la prima che non ci perde le ore, semplicemente faccio mente locale a questo schema e penso a ciò che la mia dispensa e frigo possono offrire e via: kamut soffiato, fage total zero, una albicocca, del fondente e una spremuta; come segue qui:

Vi riporto alcuni altri esempi così ogni volta che sarete in difficoltà potrete venire qui e ricordarvi a livello visivo quanto potete fare :).

1) lunedì

2) martedì

3) mercoledì 

4) giovedi

5) venerdì

6) weekend (1 giorno di colazione libera= cappuccio e croissant al bar 😍) (ricetta qui)

CREA IL TUO PASTO

E per i pasti principali?! Pranzo e cena come li strutturiamo? Semplicemente proprio così come fatto per le colazioni… con la differenza che qui dobbiamo considerare anche il piatto, per capire in quale modo suddividerlo, sulle basi delle vostre diete.

Esempio. Nutrizionista (o chi per esso) vi ha dato un pasto con 70 gr di pasta, 1/2 cucchiaio di olio, 100 gr di zucchine e 60 gr di ceci?

Ecco cosa può diventare:

70 gr di farfalle, 1/2 cucchiaio di evo, 100 gr di verdure miste ( qui peperoni, pomodori, barbabietole e insalata) e 60 gr di piselli.

O anche:

70 gr di riso, 100 gr di zucchine e insalata, 1/2cucchiaio di olio, 60 gr di salmone.

O ancora:

140 gr di wasa ,100 gr di verdure miste, 60 gr di stracchino, 1/2 cucchiaio di evo.

Insomma, le alternative sono davvero tante.

E come poter ricordare il tutto? Anche in questo caso ho uno schema intuitivo e immediato:

Ricordando sempre che per la scelta di cereali, si consigliano quelli poco raffinati (farine tipo 2, o integrali o di farro, avena, riso ecc, paste e riso integrale, pane integrale o di segale, e via dicendo), per la scelta di zuccheri quelli integrali (di canna integrale) e verdura e frutta di stagione (*di questa vi lascio a fine articolo la stagionalita che ho anche essa riportato a schema, a differenza delle verdure che ormai risultano meno soggette) e pesce e carne fresca e magra.

Sperando di aver chiarito qualche interrogativo, vi rimando al mio profilo pubblico su Facebook dove farò ciclicamente delle dirette in cui risponderò a tutte le vostre domande. (Qui)

Un bacione grande.

*stagionalita di frutta

Ilaria e Diego

 

Peperoni ripieni di Panzanella #amodomio 🍜

Metto le mani avanti già nel titolo, avvisando che in questa ricetta ho reso mio un piatto tipico toscano che già di per sé e sano, solo per il fatto che mi mancavano alcuni ingredienti per riproporvela tale e quale alla ricetta tradizionale.

Ma vi posso assicurare che questa non è da meno 😍🔝.

Vediamo insieme!

Peperoni ripieni di panzanella #amodomio

INGREDIENTI  (per una persona):

  • 3 peperoni medi (1 giallo, 1 rosso e 1 verde)
  • 4 pomodorini maturi
  • 1/2 cipolla di Tropea
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 50 gr di fagioli borlotti
  • 50 gr di ceci
  • 50 gr di tonno al naturale
  • 100 gr di pane raffermo
  • Sale, olio evo, origano qb

PROCEDIMENTO:

Sbucciamo e tagliamo a listarelle la cipolla e mettiamola in ammollo un’oretta in acqua e 1 cucchiaio di aceto.

Scoliamola e teniamola da parte.

Tagliamo a listarelle il peperone verde (così a livello cromatico sostituiamo il cetriolo tipico ingrediente della ricetta originale) e i pomodorini in metá.

In una terrina uniamo i ceci, i fagioli, la cipolla e il tonno, il peperone verde e i pomodorini e saliamo a piacere.

Prendiamo gli altri due peperoni e togliamo loro capocchia e interno. Adagiamoli su carta forno e passiamoli 20 minuti in forno statico a 150°.

Intanto occupiamoci del pane: togliete la crosta (e tenetela da parte) e bagnatelo in un cucchiaio di aceto appena perché si ammorbidisca; strizzatelo bene e con le mani sgranatelo come  fosse del cous cous.

Unitelo  al resto degli ingredienti e mescolate bene.

Condite con altro aceto e dell olio evo.

Tirate fuori o peperoni e farciteli :).

 

Lo CHIEDO DIEGÓ consiglia: con la crosta del pane ricavate dei  crostini da accompagnamento, condendoli con solo olio e origano.

Bacioni

Ilaria e Diego.

 

Crema di caffè LIGHT ☕

Un must dell estate, quella cosa che un caffeinomane come me aspetta di poter assaporare tutto l inverno; ma poi accade che ti metti a dieta, ci riesci e vai a mantenere; accade poi che ti è piaciuto così tanto che ne hai fatto una missione; accade poi che arriva l estate e la tua amata crema al caffè risulta entrare poco nei canoni di ciò che è light, e perciò sì a quella del baruccio sulla spiaggia ogni tanto, ma sì alla sua versione fatta in casa che più light non si può.

Provate per credere.

crema di caffè light

MACROS (a porzione):

  • Calorie: 150
  • Carbo: 39
  • Proteine: 14
  • Grassi: 10

INGREDIENTI ( per due persone):

  • 130 GR di ricotta vaccina
  • 1 cucchiaio di zucchero al velo di canna
  • 1 tazzina di caffè amaro ristretto
  • 2 cucchiai di latte scremato oppure 2 cucchiai di latte condensato
  • Cacao amaro in polvere e chicchi di caffè o fondente per guarnire

PROCEDIMENTO:

Iniziamo preparando il caffè e facendolo raffreddare bene.

Prendete poi un contenitore lungo e stretto e versatevi dentro la ricotta da frigo, con lo zucchero al velo e il latte*. Iniziate a montare con la frusta elettrica alla massima velocità fino ad ottenere un composto cremoso.

Versatevi ora il caffè a temperatura ambiente e rimontate ancora qualche minuto.

Servite in bicchieri che preferite, copriteli con stagnola e via in frigo tutta la notte (o almeno 3 ore).

Il giorno dopo tirate fuori dal frigo quando intendete consumare e decorate con il cacao e il fondente o i chicci di caffè.

Ottima veramente❤.

Lo cheffo DIEGO consiglia: siccome il gusto ricorda moltissimo la coppa del nonno mettete la crema in coppette e congelatela 😍 volendo fatene una versione DEC da consumare la sera con i vostri amici senza problemi! 💪💪

Bacioni

Ilaria e Diego.

*NOTA:

In foto vedete la versione con l utilizzo del latte scremato che, come vedete, risulta comunque bella cremosa. Se desiderate un effetto ancor più “spumone” allora utilizzate il latte condensato cercandone una marca con non troppi zuccheri 🙂