Menù di S. Valentino, il dolce: muffin che si credono cupcake al cacao e banana

Muffin cacao e banana

Ed eccoci qui, San Valentino è arrivato anche quest’anno, e non potevo non crearvi un menù Ad Hoc, nonostante qui si uscirà a cena, perchè c’è sempre un’ottima ragione per coccolarsi con il cibo “homemade” ☺.

Parto dal dolcetto perchè la festa degli innamorati è dolcezza, tenerezza e “zuccherosità”, stessi connotati dei muffin che vi sto per proporre, naturalmente in chiave #healty.

Nessuna festa può farci dimenticare le buone regole e i nostri obiettivi, e nessun obiettivo o buona regola può precluderci di fare festa.

Quindi bando alle ciance e scopriamo insieme come portare a letto una colazione sana e golosa.

Io per quest’anno sto creando “LA SCATOLA DEI 5 SENSI” come regalino (sì,io cerco sempre di “crearli” i regali, non soltanto di “comprarli”, così riduciamo di un poco il consumismo di questa ricorrenza😜), e ovvero un insieme di 5 regalini quanti i sensi.

Ovviamente la ricetta che segue va nel senso GUSTO, sperando che soddisfino le papille gustative di molti voi.

E allora, andiamo!🎉❤
#makeLoveEverywhere😘

INGREDIENTI per 8 muffin (potete congelarli appena raffreddati in un sacchetto gelo ben chiuso):

Per l’impasto:
– 140 gr di farina a scelta (io tipo 2)
– 74 gr di banana matura
– 10 gr di cacao amaro in polvere
– 150 ml di albumi
– 70 ml di latte a scelta (io scremato)
– 6 gr di lievito per dolci
– Aroma di vaniglia o bacca qb

Per il topping:
– 170 gr di yogurt greco zero grassi
– 8 dischi di banana
– Zuccherini colorati qb

Altro occorrente:
– 8 stuzzicadenti
– Cartoncino colorato rosso
– Forbucine
– Scotch
– Coppapasta a cuore
– Siringa da cucina

PROCEDIMENTO
Per prima cosa accendere il forno a 180° statico. In una ciotola capiente unire la farina, il cacao amaro, la banana schiacciata con una forchetta e qualche goccia di aroma alla vaniglia ed amalgamare bene il tutto. Aggiungere a filo l’albume e il latte sceltp, mescolando bene ed infine aggiungere il lievito. Dare ancora una bella mescolata.
composto omogeneo e liscio
Il composto deve risultare corposo, omogeneo e liscio.

A questo punto riempire gli stampini di silicone per Muffin di 2/3 e infornare per 10-15 minuti. Il tempo di cottura può variare in base alla tipologia di forno che utilizzerete quindi fate la prova stecchino, se risulta asciutto significa che sono pronti.
Fateli raffreddare su una griglia, togliendoli dallo stampo.
Sbattete lo yogurt e inseritelo in una siringa da cucina con cui creerete la cupolina sopra al dolcino.
Tagliate i dischi di banana, coppateli a forma di cuore e posizionateli sulla cupolina.
Prendete un cartoncino, disegnate con una matita tante forme di cuore quanto i muffin da presentare e ritagliatele.
Con un piccolo pezzo di scotch fate aderire i cuori ritagliati alla estremità dello stuzzicadenti ed inserite quest’ultimo nel muffin e andate a fare la vostra porca figura 😘

Al prossimo piatto di San Valentino!
Ilaria e Diego

Pasticcio di carne, riso basmati, verza e pomodoro

Pasticcio di carne, verza e pomodoro

Sono ancora in tempo per il pranzo?
Si si, dai💪
Sopratutto perche questo piatto unico si prepara davvero in pochissimo tempo😍

Ve lo propongo infatti proprio per tutte quelle giornate in cui la frenesia della vita spesso ci fa perdere di vista tutto quanto.
Questo “pasticcio” vi permetterà di mangiare sano anche in quei giorni in cui la cena potrebbe essere l’ultimo dei vostri pensieri.

Uh e non dimentichiamoci che rispetta la regola del piatto, avendo le proteine della carne, i carboidrati del riso ed i grassi dell’olio. Super😍

Spero possa essere di vostro gradimento e, come sempre, sono qui ad ascoltare vostri consigli e suggerimenti❤

Buon weekend dolcezze 😘

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

– 150 gr di carne di vitello oppure di pollo (va bene già la trita pronta, purché sia bella fresca e magra ☺)
– 50 gr di riso basmati
– 200 gr di cavolo verza verde e/o viola
– Passata di pomodoro qb e qualche pomodorino da sugo
– Cipolla rossa qb
– Sale,origano,peperoncino qb
– 1 cucchiaio di olio evo

In più (facoltativi)
– 1/2 bicchiere di vino bianco per sfumare
– 1 coppapasta tondo di grande dimensione per impiattare

PROCEDIMENTO
20 minuti netti, giusto il tempo si cuocia il riso ☺.
Iniziate scaldando mezzo cucchiaio di olio evo (vi ricordo EVO è l’acronimo per extra vergine di oliva) con la cipolla in un tegame preferibilmente antiaderente.
Non appena la cipolla sarà imbiondita, togliete dal fuoco; pulite e tagliate fine fine la verza e unitela alla cipolla.
Fate saltare qualche secondo a fuoco vivo, dopodiché sfumate con il vino (o l’acqua) e aggiungete anche il riso e la carne. Fate evaporare tutto il liquido, aggiungete la passata, il sale e le spezie, e poi abbassate il fuoco, chiudete con coperchio e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto, 10/12 minuti fino a che il riso sarà pronto!

E voilà 😍
Se vi piace potete impiattare come ho fatto io, usando un coppapasta adagiato su un piatto e condire con il restante 1/2 cucchiaio di EVO.

Davvero davvero una buona soluzione 😍
Io ormai mi faccio solo più questa quando il martedi torno da Pole dance alle 21 😘
Fatemi sapere, mi raccomando!
Alla prossima!

Pasticcio di carne, riso, verza e pomodoro

Crema bigusto al cucchiaio

crema bigusto al cucchiaio

Ciao miei cari♡
Ho finalmente lanciato il mio blog e voglio inaugurarlo con una delizia scoperta da pochissimo su istagram dal profilo delicius.breakfast, cambiata e riadattata alla mie esigenze.

Protagonista indiscusso il mio amato albume che oramai non faccio più mancare nella mia alimentazione.

Lo accompagnano la banana, l’avena ed il cacao amaro.
Non serve aggiungere altro 😍.
Vediamo insieme la ricetta e se la provate fatemi sapere cosa ne pensate.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):
• Per la crema alla vaniglia
– 40 gr di fiocchi di avena bio oppure 40 gr di farina di avena istantanea
– Qualche goccia di aroma di vaniglia oppure mezza bacca fresca.
– 100 ml di latte ps (o a vostra scelta)
– 100 ml di acqua
– 1 cucchiaino di zucchero di canna
• Per la crema di cacao
– 105 gr di albumi
– 85 ml di acqua
– 35 gr di banana matura
– 5 gr di cacao

PROCEDIMENTO:
Partiamo con il preparare la crema di vaniglia.
In un pentolino unite i fiocchi di avena (o la farina), l’acqua, il latte e l’aroma di vaniglia (o la bacca).
Iniziate con fiamma alta fino a bollore, dopodiché abbassate e mescolate fino a che i fiocchi non avranno assorbito tutto il liquido, formando così una cremina ben densa. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

Procedete con la crema di cacao.
In un pentolino unite gli albumi, l’ acqua, il cacao e la banana ridutta in purea con una forchetta.
Accendete il fuoco a fiamma alta e mescolate dall’inizio alla fine fino a che il liquido diventa cremoso.
Lasciate raffreddare e servite le creme una sull’altra, meglio se a temperatura ambiente ☺

Lo CHEF DIEGÒ consiglia
Non smettete mai di mescolare la cremina di cacao, pena la non resa della stessa, e se potete preparate questo dolce la sera prima conservandolo in frigo tutta una notte… sarà piu gustoso☺

Tanti baci e grazie per segurmi, davvero grazie!

Broccoli gratinati al forno

Broccoli gratinati al forno

Ehi!

E’ un blog di cucina light e ancora non ho postato una ricetta di un contorno sfizioso? MA!!!

Rimediamo subito, con questa ricettina super veloce e super golosa, i broccoli gratinati (light, mi spiace niente besciamella, anche se sto studiando una versione super light che pubblicherò il più presto possibile 😉 ) al forno.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

  • 250 gr di broccoli (freschi o surgelati)
  • Pangrattato qb
  • Peperoncino qb
  • 1 cucchiaio di olio EVO

PROCEDIMENTO:

Dopo aver mondato e lavato i broccoli accuratamente, sbollentateli per breve tempo (5 minuti al massimo) in abbondante acqua.

Scolateli e strizzateli per eliminare l’acqua in eccesso.

Nel frattempo accendete il forno a 200° e preparate una pirofila (io di quelle di alluminio) in cui adagiarvi i broccoli conditi con un mix di pangrattato, sale e polvere di peperoncino (a piacimento).

Aggiungete l’olio a filo e poca acqua sul fondo della pirofila, quindi infornate per circa 10/15 minuti.

E voilà, semplice, sano e buono!

Alla prossima verdura 🙂

LO CHEF DIEGO’ CONSIGLIA:

preparate un pesto di broccoli per i più piccini con cui condirci polpette di carne o pasta con olio!

PizzaFit di albumi

PizzaFit di albumi

“Sembra pizza ma non è, e serve a darti l’allegriiiiia”.

Canterebbe Pollon; e che allegria!!!

Io adoro tutte queste alternative light alla pizza, visto che, se fosse per me, mangerei Sua Maestà ogni momento!

Alcuni le chiamano “specchietti per allodole” io preferisco invece modalità alternative di gustare prosciutto e mozzarella quando il vostro regime alimentare lo prevede, o molto più semplicemente gustosità a sensi di colpa zero.

Provare per credere!

Questa ricetta gira sul web, io l’ho riadattata alle mie necessità e ne sono rimasta molto soddisfatta 🙂

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

  • 105 gr di albume (circa 3 uova medie)
  • 25 gr di farina a scelta (io integrale)
  • Condimenti a scelta (io 70 gr di crudo sgrassato e 100 gr di mozzarella light)
  • Passata di pomodoro
  • Sale e aromi a piacere qb

PROCEDIMENTO:

Preriscaldate a 200° il forno statico.

Montate a neve ferma gli albumi e incorporarli con la farina setacciata, mescolando dall’alto al basso, aggiungendo un pizzico di sale e gli aromi a piacere.

Amalgamate il composto su una teglia con carta da forno.

Infornate per 10 minuti.

Tirate fuori la pizza e condite con passata e alimenti a vostra scelta.

Reinfornate per altre 10 minuti e gustate 🙂

Al prossimo esperimento, ciauuuu!

Plumcake integrale con pere, mandorle e cannella

Plumcake integrale con pere, mandorle e cannella

MACROS

  • Carb : 43,3
  • Pro:   18.,3
  • Grassi : 6,5

CALORIE

  • 318 totali

Chiudete gli occhi e immaginate il sapore d’Oriente; ecco, è questo che si scatena nella mia mente ogni qualvolta utilizzo la cannella nelle mie ricette.

Ed in questa, l’accostamento con le pere dolci e cotte insieme alla croccantezza delle mandorle, è da Oscar 🙂

Vediamo insieme la ricetta di questo soffice plumcake.

INGREDIENTI (le dosi si riferiscono al mio regime alimentare in mantenimento):

  • 40gr di Farina Integrale di grano tenero
  • 100gr di Pera William
  • 10gr di Mandorle a lamelle
  • 20ml di Latte ps
  • 100 ml di Albume
  • 3gr di Lievito per dolci

PROCEDIMENTO:

Accendere il forno a 180*. Unire la farina con la purea di pera (precedentemente ottenuta frullando nel mixer mezza pera coi 20ml di latte), le mandorle a tagliate a lamelle, 30ml di albume, 3gr di lievito e mescolare.

A parte montare a neve ben ferma 70ml di albumi e incorporarli poco alla volta all’impasto, amalgamando sempre dal basso verso l’alto delicatamente. Versare il composto ottenuto in uno stampo per plumcake lievemente unto da 6cm di altezza e 15cm di lunghezza e disporre in superficie i restati 50gr di pera tagliata a fette sottili. Infornare a 180* statico nell’ultimo ripiano per 20/25 minuti, il tempo può variare in base alla tipologia di forno e allo stampo che utilizzerete quindi vi consiglio di monitorare la cottura facendo la prova stecchino dopo una ventina di minuti e se necessario coprire la superficie con della carta forno per evitare che si bruci. Lasciarlo raffreddare sopra una griglia e servire.

Buonisssimoooo😍

Io l’ho accompagnato così come in foto, con un delizioso infuso ai frutti di bosco, e ci ho fatto l’inzuppo (W O W).

Baci, alla prossima delizia 🙂

Plumcake integrale con pere, mandorle e cannella

La regola del piatto: trofie con code di gambero speziate, zucchine e pomodorini

La regola del piatto: trofie con code di gambero speziate, zucchine e pomodorini

I crostacei, i miei adorati!

Poi nella pasta, per me sono la morte proprio 🙂

E sono un piatto sano e completo, che volere di più?

(Vi ricordo la regola del piatto la trovate qui spiegata).

 

INGREDIENTI (per le dosi legate al mio fabbisogno giornaliero in mantenimento):

70 gr di trofie secche

100 gr di code di gambero speziate (ho usato: cumino, zenzero in polvere e curry)

1 zucchina media

2 pomodori da sugo

1 cucchiaio e mezzo di evo

Prezzemolo, aglio e pepe qb

 

PROCEDIMENTO:

Iniziamo con il preparare le code 🙂

In una padella per cuocere senza grassi ho scaldato una testa di aglio insieme a del prezzemolo spezzettato grossolanamente. Dopo pochi minuti ho aggiunto le code e sfumato con poca acqua. Ho poi speziato con il curry, il cumino e lo zenzero in polvere e salato leggermente.

In una padella a parte ho scaldato un cucchiaio di evo e fatto appassire un po’ di aglio; vi ho cotto le zucchine tagliate a cubetti e i pomodorini tagliati a metà, per circa 20 minuti, sfumando con acqua di cottura della pasta e aggiustando di sale.

Una volta scolata la pasta l’ho fatta saltare con le code e il sugo di verdure e ho guarnito con il prezzemolo fresco ed il pepe!

Una vera delizia!

Come vedete da foto ho accompagnato il piatto con contorno di broccoli gratinati al forno (la ricetta qui).

 

La regola del piatto: tortiglioni integrali con yogurt greco, bieta e pepe in grani

La regola del piatto: tortiglioni integrali con yogurt greco, bieta e pepe in grani

Continua la sfilata di piatti unici, sani e completi, sempre sulla base della regola del piatto, che vi ricordo trovate spiegata qui.

In questa ricetta è lo yogurt greco a fornire la fonte proteica e l’olio evo usato per condire la bieta a fornire i grassi buoni 🙂

Da provare!

INGREDIENTI (per le dosi legate al mio fabbisogno giornaliero in mantenimento):

70 gr di tortiglioni integrali misura

200 gr di bieta

70 gr di yogurt greco total zero

1 cucchiaio di EVO

Pepe in grani e parmigiano per guarnire

PROCEDIMENTO:

Iniziate con il cuocere a vapore la bieta, precedentemente pulita e tagliata per la lunghezza delle foglie, per circa 20/30 minuti.

Cuocete poi la pasta in acqua salata e non appena sarà pronta, servitela condendola con lo yogurt mescolato per renderlo cremoso, l’olio e la bieta.

Servite guarnendo con pepe in grani e un cucchiaino di Parmigiano Reggiano.

Buon appetito 🙂 !

 

La regola del piatto: gnocchetti di patate su letto di mousse di cavolfiore, noci e ricotta, con piselli

La regola del piatto: gnocchetti di patate su letto di mousse di cavolfiore, noci e ricotta, con piselli

Ciao 😉

Per questa ricetta la foto del piatto, credetemi, non rende la bontà che si è rivelato essere questo pasto completo!

Dovrete fidarmi di me e provarlo!

(Vi ricordo che la spiegazione della regola del piatto la trovate qui)

Fatemi sapere!

INGREDIENTI (per le dosi legate al mio fabbisogno giornaliero in mantenimento):

140 gr di gnocchetti di patate

20 gr di noci (o altra frutta secca a vostro piacimento)

20 gr di ricotta

1 cavolfiore medio

80 gr di piselli fini ammollati

Erba cipollina qb per guarnire

1 cucchiaio di evo

Pepe qb

PROCEDIMENTO:

Iniziate con il pulire e separare i ciuffetti del cavolfiore, facendolo sbollentare in acqua bollente salata una decina di minuti.

Nel mentre pesate 15 gr di noci e 20 gr di ricotta e trsferiteli insieme in un contenitore alto e stretto, per permettervi di usare il minipimer.

Una volta che il cavolfiore sarà morbido, scolatelo e trasferitelo nel contenitore insieme alla ricotta e alle noci, e iniziate a usare il minipimer per creare una vera e propria mousse.

A parte fate cuocere pochi minuti gli gnocchi, scolateli con la spumarola e adagiateli sul letto di mousse appena ottenuta.

Pesate i piselli precedentemente riscaldati in padellino con cipolla e sale, e serviteli con gli gnocchi, guarnendo con i restanti 5 gr di noci, l’erba cipollina, l’olio evo a crudo e pepe 🙂

 

 

 

 

La regola del piatto: fusilli di lenticchie rosse con Philadelphia balance e mandorle

La regola del piatto: fusilli di lenticchie rosse con Philadelphia balance e mandorle

Ciao 😉

Proseguo aggiornando la categoria, come da titolo, dei piatti macro.

(La spiegazione la potete trovare qui).

Quest’oggi vi voglio parlare di una pasta speciale, quella di farina di lenticchie, una delizia che compro a 3 euro in un qualunque negozio Bio, e che mi permette di rispettare questa regola velocemente e senza aggiungere chissà quali ingredienti, se non i grassi 🙂

INGREDIENTI (per le dosi legate al mio fabbisogno giornaliero in mantenimento):

70 gr di pasta di lenticchie fosse #fiordiloto

35 gr di Philadelphia balance (o anche ricotta o quark magro)

15 gr di mandorle

pepe qb

PROCEDIMENTO:

Niente di più semplice, peraltro questo tipo di pasta cuoce in soli 3 minuti 🙂

Quindi fate cuocere i vostri grammi di pasta e condite a crudo con la ricotta, le mandorle e il pepe spolverato.

Gustate!